SPECIALIZED HILLBILLY TEST RIDE


2018-11-11 Redazione Test Prodotti  Test Prodotti  Test Prodotti 

oggi abbiamo involontariamente testato un prodotto, un po' alla vecchia maniera, direi, “a modo mio”, senza basarci su indicazioni giunte dai forum o dalle varie recensioni on line... Avendo l'esigenza di cercare di montare uno pneumatico con una buona trazione e che lasciasse abbastanza luce nel passaggio telaio sul carro posteriore, in previsione della partecipazione alla Tartufo Bike di Calestano, ieri la scelta è caduta sul nuovo Hill Billy Blck Dmnd della Specialized. E' uno pneumatico indicato per la ruota anteriore, ma noi lo abbiamo montato sulla posteriore. “ Appunto..... a modo mio....” Sapevamo di trovare viscido, sottobosco un po' umido, radici e qualche sasso bagnato, e tratti fangosi con scarsa aderenza. Lo abbiamo montato su 2 e-bike, una Specialized Turbo Levo 2018 ed una Trek Powerfly FS LT 2018, 27,5”+ (650b plus). Scrivo ciò in quanto siamo rimasti entusiasti delle sue prestazioni. Personalmente era dal lontano 1988/1989 che non mi gasavo cosi tanto con la prova di uno pneumatico , ed all'epoca era il famoso “ Specializd Ground Control 26x1,95. In salita, mai perso una pedalata, pareva che la bicicletta avesse la trazione integrale, mai andato in crisi anche nelle “ripartenze” da fermo. Trazione costante anche sui tratti viscidi ed in contro-pendenza. Montato nella Trek in versione Tubeless, con solo lattice, e nella Specialized in versione Tubeless + “salsicciotti” PTN, perciò con possibilità di gonfiarlo a pressioni più basse. Ottimo comportamento su entrambi i mezzi. In discesa, anche aumentando la velocità, mai sentito l'effetto “sbandamento” , quella sensazione che ti fa pensare di essere troppo sgonfio oppure aver forato, La carcassa è rinforzata, i tasselli si “conficcano” nel terreno cercando di andare a mordere la parte più dura, non raccoglie troppo fango, e comunque si pulisce velocemente. La frenata rimane sicura, ed nel caso di arrivare lungo in una curva (successo una volta...) il recupero è deciso ed immediato. Direi che con queste “mescole “ inserite nei nuovi pneumatici e con tali “carcasse” più robuste la Specialized rientra tranquillamente fra i brands più ricercati dagli appassionati di Mountain Bike, interrompendo l'egemonia di Maxxis e Schwalbe. Per maggiori info: https://www.specialized.com/it/it Dimenticavo, complimenti agli organizzatori Mtb Alta Val Baganza per come hanno gestito l'organizzazione della Tartufo Bike 2018... sempre un piacere parteciparvi.. a presto